22.11
2017
miniatura
Come sempre, quando ci si imbatte in un libro edito da L’Iguana, la bella grafica del disegno di copertina prospetta al lettore quale ne sarà il contenuto. Tre donne sedute composte su una panchina, e un cane ai piedi di una di loro, introducono alla lettura del bel romanzo di Maristella Lippolis: donne che si raccontano l’una all’altra. Confidenziale ed empatico, è il raccontare delle donne. “Il loro parlare

Le prime quindici vite di Harry August di Claire North

di Ippolita Luzzo, in Letture

Ritorna nelle librerie a oltre due anni di distanza un classico della casa Editrice NNE.  “Nel 1983, quando la prima stazione spaziale internazionale precipitò a terra in fiamme, uccidendo tutto l’equipaggio, decine di migliaia di persone morirono alle Maldive e&hellip

14.11.2017 Commenti chiusi

Canzone d’amore da un tempo difficile di Roland M. Schernikau

di Enzo Baranelli, in Letture

La lingua è elettrica e guizzante, Schernikau non usa neppure le lettere maiuscole, ultima ribellione a un codice, a una regola. E sono le regole quelle che schiacciano “b.” il protagonista di “Canzone d’amore da un tempo difficile”. Fin dalla&hellip

9.11.2017 Commenti chiusi

La Resistenza del Maschio di Elisabetta Bucciarelli

di Ippolita Luzzo, in Dissezioni

In tempi di molestie di maschi verso femmine, molestie avvenute nella notte dei tempi, il libro di Elisabetta Bucciarelli delinea un altro maschio. Comincia con alcune poesie C’è sempre qualcosa di assente che mi tormenta. (Camille Claudel) L’Anima si sceglie&hellip

6.11.2017 Commenti chiusi

Lincoln nel Bardo di George Saunders

di Danilo Cucuzzo, in Letture

Il primo romanzo di George Saunders non poteva che caratterizzarsi per lo stile originale. L’apprezzato autore di Pastoralia, Il declino delle guerre civili americane e Dieci dicembre, costruisce il suo Lincoln nel Bardo utilizzando una serie di testimonianze – alcune&hellip

11.10.2017 Commenti chiusi

Leggenda privata di Michele Mari

di Silvana Arrighi, in Letture

“Quante cose devo farci stare in poche pagine? Solitudine, palpitazioni, nevrosi: ecco, intanto con questo trìlogo ho già raccontato il grosso; il resto sono i soldatini dipinti con gli smalti Humbrol-Enamel, le Mercury, i disegni con la Rapidograph Rotring Koh-I-Noor&hellip

27.09.2017 Commenti chiusi

Chi ha bisogno di te di Elisabetta Bucciarelli

di Ippolita Luzzo, in Letture

Una specie di magia, un epic win. Per ogni amore che muore bisogna piantare dei semi di cicoria, di girasole, di viola, nel primo vaso libero nel primo angolo di terra.  Comincia con i versi di Anna Toscano il romanzo&hellip

7.09.2017 Commenti chiusi

  • La ferrovia sotterranea di Colson Whitehead

    31.10.2017, di Enzo Baranelli

    Una scrittura perfetta, un ritmo coinvolgente, una seconda parte ancora più ricca di emozioni forti. Un capolavoro di realismo e sogno.
    “La ferrovia sotterranea” è davvero “un punto di svolta” per la narrativa afroamericana. Un romanzo per nulla didascalico, ma ricco di idee, riflessioni e profondissime emozioni. Parla della liberazione e affrancamento degli schiavi in fuga verso gli Stati dell’Unione abolizionisti. Prima di Lincoln. Imperdibile. Vincitore sia del premio Pulitzer, sia del National Book Award. Colson Whitehead, “La ferrovia sotterranea“, (Trad. M. Testa), pp. 376, 20 €, Big Sur Edizioni, 2017. Giudizio: 5/5 (Commenti disabilitati su La ferrovia sotterranea di Colson Whitehead)
  • Exit West di Mohsin Hamid

    24.07.2017, di Enzo Baranelli

    “Siamo tutti migranti attraverso il tempo”. Leggendo da oltre trent’anni l’asticella del mio entusiasmo si è alzata sempre di più. Mohsin Hamid ha scritto un romanzo poetico e visionario. “Exit West” rimarrà per sempre con me, perché non solo racconta una storia, ma ridefinisce i confini del nostro mondo. Ci sono porte che una volta aperte non si possono più chiudere, come quelle che portano Saeed e Nadia lontano dalla guerra tra miliziani e governativi che infuria nel loro paese. Il sogno di un amore ricuce e allontana i legami, proprio come accade trai due protagonisti. E’ un romanzo breve e intenso che intride ogni fibra dell’animo del lettore. E’ un’opera dove regna a tratti una quiete inaspettata ma che è il fondamento della vita umana infatti “sta lì ad aspettarci fra un gradino e l’altro della nostra marcia verso la mortalità, quando siamo costretti a fare una sosta e a non agire ma essere”. Mohsin Hamid, “Exit West”, pp. 152, 17,50 €, Einaudi, 2017. Giudizio: 5/5 (Commenti disabilitati su Exit West di Mohsin Hamid)
  • A mille ce n’è di Cinzia Bigliosi

    30.01.2017, di Silvana Arrighi

    Una mamma e la sua bambina di pochi anni, la preparazione di una torta, un cane, un giardino, il duetto allegro di una canzoncina: una scena familiare piena di serenità. Poi un improvviso silenzio e l’inizio di un incubo. Le note e le parole del jingle delle Fiabe sonore dei Fratelli Fabbri – chi non lo ricorda? dal ’66 in avanti, quanti bambini lo hanno cantarellato… – trasfigurate nella livida colonna sonora di una macabra sceneggiatura. In un’altra casa a poca distanza, una donna diversa esce di casa, concentrata sul proprio lavoro di disegnatrice di giardini. Le vite di queste persone per un assurdo e sinistro scherzo del destino si incroceranno e si genererà un equivoco dagli esiti irreversibili. Cinzia Bigliosi, A mille ce n’è, pp. 93, € 12,00, L’Iguana editrice, 2016. Giudizio: 3/5 (1)
  • Giudizi Universali

Altri post