30.06
2015
miniatura
“Un uomo dev’essere provvisto di due cose per mantenersi abbastanza saldo sulle proprie gambe, per camminare a testa alta, per conservare lo scintillio dello sguardo, il vigore del cuore, la musica del sangue – una schiena forte e lacrime.” “Chi non prova nessun dolore o emozione di fronte all’esistenza ha il cuore freddo e non ha mai vissuto – devi essere riconoscente per le tue lacrime.” Nell’accuratissima tra­du­zione dall’islandese di…

Odissee di immorali adolescenze o Criminalia #1 di Vito Benicio Zingales

di Vito Benicio Zingales, in Finzioni

Da “Mariccio piano”. (…) c’eravamo nati con la rapina e con la pazienza. Soprattutto, sapevamo essere fame. Di quel mestiere, si pigliava il “fino”, la parte del coltello che faceva incinta l’illusione di scappare… In fondo, era un ripido lascito&hellip

27.06.2015 Commenta

Meravigliosa Chicago (a cura di Nicola Manuppelli) di Theodore Dreiser

di Silvana Arrighi, in Letture

“La città della quale ora sto per scrivere, non è mai esistita su terra o mare; se ogni tanto potrà sembrare avere i contorni della realtà, non saranno altro che le ombre proiettate da una gloria che allora era tutta&hellip

22.06.2015 Commenta

Storia di uno scrittore di storie di Sherwood Anderson

di Danilo Cucuzzo, in Letture

Cresciuto in una cittadina dell’Ohio giocando insieme ai fratelli e ai ragazzini del circondario agli indiani e ai cowboys, con una madre taciturna che esternava il proprio amore per i figli senza gesti eclatanti e con un padre per lo&hellip

17.06.2015 Commenta

Sculacciando la cameriera di Robert Coover

di Flavio Villani, in Letture

Non c’è trama in questo lungo racconto di Robert Coover, pubblicato nei primi anni ’80, e riproposto da Guanda nell’ottima traduzione, per nulla semplice, di Luigi Spagnol. Un’opera breve ma dalla struttura complessa e densa di pensiero, che conferma Coover,&hellip

14.06.2015 1 Commento

L’età della febbre di AA. VV. a cura di Christian Raimo e Alessandro Gazoia

di Danilo Cucuzzo, in Letture

Dove sta andando la narrativa italiana? È una domanda poco originale, ma lecita. Ebbene, L’età della febbre, antologia di autori under 40 curata da Christian Raimo e Alessandro Gazoia, e pubblicata da minimum fax (che torna sul luogo del delitto&hellip

10.06.2015 1 Commento

La pecora nera di I. J. Singer

di Silvana Arrighi, in Letture

“Singolare e incomprensibile è il cervello umano, che trattiene e conserva per una vita intera immagini di trascurabile importanza e ne rigetta altre, ben più rilevanti, che non ha interesse a custodire. Da ben quarantotto anni, cioè dal giorno in&hellip

1.06.2015 Commenta

  • I Middlestein di Jami Attenberg

    3.09.2014, di Chiara Condò

    Ritratto di famiglia ebrea americana con interno. E se la matriarca è difettosa, tutta la tribù ne condivide inevitabilmente il destino malato. I Middlestein, dove ipocrisia e bulimia convivono non troppo felicemente: romanzo sopravvalutato a causa di un passaparola decisamente infettivo. Meglio cercare altro nel magistrale catalogo della Giuntina.
    Giudizio: 3/5 (6)
  • 2041 di David Becchetti

    18.06.2014, di Enzo Baranelli

    Narrazione impersonale e noiosa. Una distopia fantapolitica spiegata malissimo: un misto di  fascismo con struttura sovrastatale (Europa versus resto del mondo, ma non si capisce nulla; tranquilli). Trama risibile. Stile da tema di terza media. Un libro da gettare dalla finestra sperando di centrare in testa un grillino o un fascista. Giudizio: 0/5 (1)
  • Pasolini a Villa Ada di Giorgio Manacorda

    23.05.2014, di Chiara Condò

    Una conversazione telefonica affrontata nella frescura di Villa Ada, Renzo Paris e Giorgio Manacorda che giocano a fare gli smemorati e i reticenti: il Pier Paolo Pasolini del ricordo parla attraverso la scrittura lieta di un uomo che ha sfiorato, con la sua poesia, in gioventù. Uscito in contemporanea alla mostra “Pasolini Roma” in corso a Roma a Palazzo delle Esposizioni, questo sottile Voland offre un punto di vista inedito e familiare al contempo sulla figura di un intellettuale tra i più complessi e controversi del panorama italiano. Giudizio: 4/5 (0)
  • Giudizi Universali

Altri post