20.10
2014
miniatura

Il segreto di C’è bisogno di nuovi nomi, romanzo d’esordio di NoViolet Bulawayo – nata in Zimbabwe e trasferitasi in Michigan a 18 anni -, sta tutto nella scelta dell’autrice di adoperare un tono leggero. Lasciando a Darling, una ragazzina di 10 anni, il compito di narrare la sua vicenda in prima persona, la Bulawayo riesce a trattare argomenti spinosissimi con delicatezza pur non perdendo in credibilità. Il lettore –…

Democracy di Joan Didion

di Danilo Cucuzzo, in Letture

Uscito nel 1984 (anche in Italia, per Frassinelli) e riproposto oggi da Edizioni e/o, Democracy di Joan Didion, narra delle vicende che colpirono Inez Victor nel 1975. Vicende private che mescolandosi alla particolare situazione politica – nello specifico all’abbandono di&hellip

14.10.2014 Commenta

Palermo criminale a cura di Antonio Pagliaro

di Elisa Bolchi, in Letture

Per favore, non chiamatela raccolta di racconti.
Somiglia più a una composizione polifonica a più voci questo Palermo criminale, nel quale dodici scrittori raccontano la città di Palermo nel corso di un anno, il 2004, quello in cui il Palermo&hellip

10.10.2014 1 Commento

Il fuoco e il racconto di Giorgio Agamben

di Chiara Condò, in Letture

Per Nottetempo, il blu è un colore ardente. Così come brucia, tra le pagine di questa raccolta breve e pregnante, il fuoco della riflessione di Giorgio Agamben. I due elementi che le danno il titolo, “il fuoco e il racconto”&hellip

6.10.2014 1 Commento

Le persone, soltanto le persone di Christian Raimo

di Danilo Cucuzzo, in Letture

I protagonisti degli otto racconti che compongono Le persone, soltanto le persone, ultima fatica letteraria di Christian Raimo, sono quasi tutti giunti a quello stadio della vita nel quale ci si sente ancora giovani ma si viene percepiti dagli altri&hellip

29.09.2014 Commenta

House of Cards di Michael Dobbs

di Flavio Villani, in Letture

Sgombriamo subito il campo da possibili equivoci: questa non è letteratura, ma buon intrattenimento “letterario”, e come tale la speranza di trovarvi materiale letterariamente “alto” rimane una pretesa irrealistica. Ma se la misura della bontà di un’opera dell’ingegno scrittorio sono&hellip

22.09.2014 1 Commento

La nostra storia comincia di Tobias Wolff

di Enzo Baranelli, in Letture

I solitari figli dell’America: le short stories di Thomas Wolff
Quando venne pubblicato “Il colpevole“, un eccezionale racconto lungo, era il 2002. Ora Einaudi propone una raccolta curata dallo stesso Thomas Wolff, “La nostra storia comincia” (pp. 298, Einaudi, 21&hellip

19.09.2014 Commenta

  • I Middlestein di Jami Attenberg

    3.09.2014, di Chiara Condò

    Ritratto di famiglia ebrea americana con interno. E se la matriarca è difettosa, tutta la tribù ne condivide inevitabilmente il destino malato. I Middlestein, dove ipocrisia e bulimia convivono non troppo felicemente: romanzo sopravvalutato a causa di un passaparola decisamente infettivo. Meglio cercare altro nel magistrale catalogo della Giuntina.
    Giudizio: 3/5

    (6)
  • 2041 di David Becchetti

    18.06.2014, di Enzo Baranelli

    Narrazione impersonale e noiosa. Una distopia fantapolitica spiegata malissimo: un misto di  fascismo con struttura sovrastatale (Europa versus resto del mondo, ma non si capisce nulla; tranquilli). Trama risibile. Stile da tema di terza media. Un libro da gettare dalla finestra sperando di centrare in testa un grillino o un fascista. Giudizio: 0/5

    (0)
  • Pasolini a Villa Ada di Giorgio Manacorda

    23.05.2014, di Chiara Condò

    Una conversazione telefonica affrontata nella frescura di Villa Ada, Renzo Paris e Giorgio Manacorda che giocano a fare gli smemorati e i reticenti: il Pier Paolo Pasolini del ricordo parla attraverso la scrittura lieta di un uomo che ha sfiorato, con la sua poesia, in gioventù. Uscito in contemporanea alla mostra “Pasolini Roma” in corso a Roma a Palazzo delle Esposizioni, questo sottile Voland offre un punto di vista inedito e familiare al contempo sulla figura di un intellettuale tra i più complessi e controversi del panorama italiano. Giudizio: 4/5

    (0)
  • Giudizi Universali

Altri post