29.10
2014
miniatura

A spingere Sara Salar a scrivere è un tormento senza fine, simile a una sete inestinguibile. “È un’inquietudine che devo sviscerare, affinché diventi altro” ha affermato durante la presentazione della sua prima pubblicazione proposta da Ponte33, “Probabilmente mi sono persa”.
Il ponte in questione è il Si-o-se- Pol, uno degli undici ponti di Esfahan; sotto i suoi trentatré archi giovani e artisti si ritrovano per discutere e fare poesia, ed…

Shotgun Lovesongs di Nickolas Butler

di Danilo Cucuzzo, in Letture

Shotgun Lovesongs sta alla letteratura come il pane fatto in casa sta alla culinaria. L’opera prima dello scrittore americano Nickolas Butler, nato in Pennsylvania, ma cresciuto in Wisconsin, somiglia a una fragrante pagnotta appena sfornata, la si gusta con calma,&hellip

27.10.2014 Commenta

Cotto di Michael Pollan

di Enzo Baranelli, in Letture

“Più che carnivori siamo cuochi“, Richard Wrangham.
Dopo gli imperdibili saggi “Il dilemma dell’onnivoro” (Adelphi, 2008) e “In difesa del cibo” (Adelphi, 2009), Michael Pollan scrive un libro sulla cottura del cibo che come sostiene lo studioso Richard Wrangham (“L’intelligenza&hellip

24.10.2014 Commenta

C’è bisogno di nuovi nomi di NoViolet Bulawayo

di Danilo Cucuzzo, in Letture

Il segreto di C’è bisogno di nuovi nomi, romanzo d’esordio di NoViolet Bulawayo – nata in Zimbabwe e trasferitasi in Michigan a 18 anni -, sta tutto nella scelta dell’autrice di adoperare un tono leggero. Lasciando a Darling, una ragazzina&hellip

20.10.2014 Commenta

Democracy di Joan Didion

di Danilo Cucuzzo, in Letture

Uscito nel 1984 (anche in Italia, per Frassinelli) e riproposto oggi da Edizioni e/o, Democracy di Joan Didion, narra delle vicende che colpirono Inez Victor nel 1975. Vicende private che mescolandosi alla particolare situazione politica – nello specifico all’abbandono di&hellip

14.10.2014 Commenta

Palermo criminale a cura di Antonio Pagliaro

di Elisa Bolchi, in Letture

Per favore, non chiamatela raccolta di racconti.
Somiglia più a una composizione polifonica a più voci questo Palermo criminale, nel quale dodici scrittori raccontano la città di Palermo nel corso di un anno, il 2004, quello in cui il Palermo&hellip

10.10.2014 1 Commento

Il fuoco e il racconto di Giorgio Agamben

di Chiara Condò, in Letture

Per Nottetempo, il blu è un colore ardente. Così come brucia, tra le pagine di questa raccolta breve e pregnante, il fuoco della riflessione di Giorgio Agamben. I due elementi che le danno il titolo, “il fuoco e il racconto”&hellip

6.10.2014 1 Commento

  • I Middlestein di Jami Attenberg

    3.09.2014, di Chiara Condò

    Ritratto di famiglia ebrea americana con interno. E se la matriarca è difettosa, tutta la tribù ne condivide inevitabilmente il destino malato. I Middlestein, dove ipocrisia e bulimia convivono non troppo felicemente: romanzo sopravvalutato a causa di un passaparola decisamente infettivo. Meglio cercare altro nel magistrale catalogo della Giuntina.
    Giudizio: 3/5

    (6)
  • 2041 di David Becchetti

    18.06.2014, di Enzo Baranelli

    Narrazione impersonale e noiosa. Una distopia fantapolitica spiegata malissimo: un misto di  fascismo con struttura sovrastatale (Europa versus resto del mondo, ma non si capisce nulla; tranquilli). Trama risibile. Stile da tema di terza media. Un libro da gettare dalla finestra sperando di centrare in testa un grillino o un fascista. Giudizio: 0/5

    (0)
  • Pasolini a Villa Ada di Giorgio Manacorda

    23.05.2014, di Chiara Condò

    Una conversazione telefonica affrontata nella frescura di Villa Ada, Renzo Paris e Giorgio Manacorda che giocano a fare gli smemorati e i reticenti: il Pier Paolo Pasolini del ricordo parla attraverso la scrittura lieta di un uomo che ha sfiorato, con la sua poesia, in gioventù. Uscito in contemporanea alla mostra “Pasolini Roma” in corso a Roma a Palazzo delle Esposizioni, questo sottile Voland offre un punto di vista inedito e familiare al contempo sulla figura di un intellettuale tra i più complessi e controversi del panorama italiano. Giudizio: 4/5

    (0)
  • Giudizi Universali

Altri post