Cabaret Bisanzio, laboratorio di finzioni > Letture > Deserto americano di Percival Everett

Deserto americano di Percival Everett

di Enzo Baranelli

everettdesertoConsidero, ormai da anni, Everett come uno dei migliori autori americani contemporanei: Deserto americano il suo libro che ha venduto pi copie negli U.S.A., ma per uno scrittore come Percival Everett il fatto non detto che sia di per s positivo.

Sperimentale, ironico e cinico, malinconico e dolce, Everett con tutti i suoi lavori, precedentemente tradotti, aveva dimostrato unarte eclettica. Ora, ma il libro uscito nel 2004, leditore italiano propone questo Deserto americano: trama lineare, ironia precotta (Roswell e sette religiose: abbiamo tutti visto I Simpson, Family Guy e i vari spin-off, grazie), e al centro una resurrezione laica che non certo unabbagliante rivelazione. Non appare strano che un freak show (come la storia allinterno del romanzo Cancellazione) montato sui binari di una struttura classica abbia riscosso un certo successo: purtroppo Everett un autore troppo bravo e non pu sfuggire una sorta di sberleffo, agli editori e ai lettori che vanno di fretta. Probabilmente sbaglier, ma questo piccolo frammento, nelluniverso letterario di Everett, mi appare come una vena di pirite in un giacimento ricco doro. Non riesco a riconoscere in questa storia dove tutto troppo facile, lautore de La cura dellacqua o dello splendido Ferito. Io, a questa mano, passo.

Percival Everett, Deserto americano (ed. or. 2004), pp. 260, 16 euro, 2009.

Giudizio: 2/5.


5.01.2010 1 Commento Feed Stampa